ELMS: Oregon Team tra gli imprevisti nella 4 Ore di Barcellona

Ancora un weekend storto per l’Oregon Team, a dispetto di un potenziale che certamente non manca e di un pacchetto squadra-equipaggio-vettura almeno sulla carta vincente. La 4 Ore di Barcellona, terzo dei sei appuntamenti del calendario 2019 dell’European Le Mans Series, ha riservato ben poco alla squadra lombarda, che alla fine ha piazzato la propria Norma M30 in decima posizione nella classe LMP3.

Un risultato su cui ha influito un triplice imprevisto. Il primo nel secondo turno delle libere del venerdì, quando un problema al distanziale motore-cambio ha costretto tutti gli uomini del team a svolgere un lavoro extra (tirando avanti fino alle 5 di sabato mattina) ed impedito a Damiano Fioravanti di effettuare una simulazione di qualifica. Poi, il pilota romano, nella sessione di prove ufficiali ha tirato fuori gli artigli, andando a prendersi il secondo miglior tempo, ad un decimo e mezzo dalla pole.

Quindi ancora tanta sfortuna, con un problema al cambio dopo la prima mezzora, mentre al volante si trovava proprio Fioravanti; inconveniente che ha fatto perdere due giri alla vettura della squadra lombarda. Da quel momento è cominciata una rimonta che ha consentito a Gustas Grinbergas, autore del successivo “stint”, di riagganciare le posizioni di testa. Ma il giovane lituano, proprio alla conclusione del suo turno di guida, è stato tamponato da un’altra LMP3.  E alla fine Lorenzo Bontempelli, non ha potuto fare altro che provare a recuperare il possibile.

Purtroppo sappiamo che le gare sono anche queste – ha commentato Jerry Canevisio, assieme a Giorgio Testa alla guida dell’Oregon Team – Però torniamo da questa trasferta spagnola con molto amaro. Sappiamo di essere in grado di puntare al colpaccio, ma ogni volta ce ne succede una”.

Il prossimo appuntamento dell’European Le Mans Series si svolgerà sul circuito inglese di Silverstone, l’ultimo fine settimana di agosto.

Inizia questo weekend da Barcellona la seconda parte della stagione ELMS
PREVIOUS POST
ELMS: Oregon Team tra gli imprevisti nella 4 Ore di Barcellona
NEXT POST